Crea sito

Archivi – 26 marzo 2012

antonio tabucchi – sostiene pereira – pentimento

“Per quanto mi concerne, io credo che il pentimento sia una forma molto sana di approfondimento psicologico. Credo che nella vita ci si debba pentire.Nessuno nasce e muore nello stesso modo. Mi fanno impressione le persone che non si pentono mai perché hanno delle convinzioni fortissime e possono essere pericolose e prevaricatrici. Chi sa pentirsi, invece, ha un animo più largo e disponibile alle cose inaspettate. È bello cambiare atteggiamento nei confronti del reale, degli altri e a volte anche cambiare opinione. Se, per esempio, domani sentissi la necessità, l’impulso, la forza di parlare dei gerani del mio giardino, che sono creature viventi e meritano la nostra attenzione, lo farei molto volentieri.”

“Pereira nel mio romanzo sta cambiando pelle. La sua crisi in termini psicanalitici è semplicemente l’elaborazione di un lutto: quello del suo passato. Egli si pente della propria vita perché si accorge di non essersi mai proiettato verso il futuro. Questo, evidentemente, produce in lui rimorso e rimpianto. E cioè saudade: nostalgia per ciò che sarebbe potuto essere e non è stato”

da Parola d’autore di Michele Trecca (Argo 1995)

 

Tra vent’anni non sarete delusi delle cose che avrete fatto, ma di quelle che non avrete fatto. Mark Twain

Lascia un commento 26 marzo 2012


Calendario

marzo: 2012
L M M G V S D
« Feb   Ago »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Archivi

Categorie

Riccardo Battaglia - miodottore.itC
Studio Medico-Psicologico - Sanremo
Psicologi Imperia