Crea sito

la lezione di saviano

26 marzo 2009

saviano

Ieri sera ho visto lo speciale di “Che tempo che fa”, che ospitava Roberto Saviano, lo scrittore di “Gomorra”.

Mi ha commosso la frase di Fabio Fazio, che spiegava il senso dell’invito: secondo le rivelazioni di un pentito, Roberto Saviano verrà ucciso quando si spegneranno le luci della ribalta sul suo operato; l’invito, la visibità, la discussione sono quindi materiale per la creazione di una sorta di scudo di protezione.

Saviano ha illustrato tantissimi articoli di giornali locali campani, ha spiegato come ci sia una volontà, già nell’informazione, di tenere queste notizie a livello locale, come le notizie della guerra di camorra difficilmente riescano ad arrivare alla cronaca nazionale.

Ha spiegato come funziona la mentalità camorrista, ha parlato delle collusioni tra camorra e certa imprenditoria, tra camorra e business, ha spiegato che la camorra non ammette errori a chi gli si affilia.

Ha spiegato come sia chiara la volontà di mantenere queste notizie a livello locale e di essere diventato un bersaglio non per aver scritto un libro come “Gomorra”, ma per essere riuscito a portare ovunque, in Italia e all’estero (il libro è tradotto in circa 50 lingue), una realtà che si voleva nascondere.
Ha, insomma, sollevato il velo dell’indifferenza.

Ha spiegato come il potere della parola sia enorme perché: “la camorra uccide con la diffamazione, prima che con le pallottole”.
Con le parole si può dare volutamente un senso particolare ad un evento.

Si sono poi affrontati temi più personali, come la libertà personale perduta, sacrificata, la paura, la solitudine, la convivenza con la sua scorta di carabinieri, gli spostamenti continui per la sua incolumità.

Chiudo questo articolo con una frase che mi ha molto colpito: “perché il male trionfi, basta che gli uomini del bene non facciano niente”.
L’indifferenza crea terreno fertile per la proliferazione del male e allora che se ne parli, nel bene e nel male, ma che se ne parli.

 

delicious | digg | reddit | facebook | technorati | stumbleupon | savetheurl

Filed under: pensiamoci

Tag:, , , , ,

Lascia un commento

, (Hidden)

XHTML: You can use these tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

TrackBack URL  |  RSS feed for comments on this post.